Prenderci cura di chi ci aiuta a stare bene. Venerdì 24 maggio l’università di Teramo (Sala delle lauree), dalle 16, ospiterà il convegno “Le api ci curano”, dedicato ai giovani veterinari (laureati e laureandi).
L’evento è possibile grazie alla partecipazione del professor Michele Amorena, ordinario in farmacologia e tossicologia veterinaria dell’Università di Teramo e della dottoressa Gabriella Lucidi Pressanti, dirigente medico dell’unità operativa servizio immunoematologico trasfusionale dell’ospedale di Teramo, oltre che presidente del Rotary di Teramo.
Al convegno “Le api ci curano” prenderà parte il presidente dell’Associazione Italiana Apiterapia, Aristide Colonna.
Nel suo intervento il dottor Colonna ricorderà il contributo essenziale delle api per l’ambiente e la salute umana: si stima che le api con gli altri impollinatori contribuiscano alla sopravvivenza di oltre l’80% delle specie vegetali presenti sulla Terra, garantendo la biodiversità. Una biodiversità minacciata da cambiamenti climatici e inquinamento. Tra le conseguenze, il 40% degli impollinatori è a rischio di estinzione.
A seguire il presidente dell’Associazione Italiana Apiterapia illustrerà studi, ricerche e conoscenze ad oggi acquisite sull’impiego dei prodotti dell’alveare in alcune terapie mediche ad integrazione della medicina convenzionale.
All’evento del 24 prenderà parte anche il dottor Luciano Ricchiuti, dell’Istituto Zooprofilattico dell’Abruzzo e del Molise.
Il convegno sarà accompagnato dal “ronzio delle api”, con le musiche a cura di Fabio Bonomo.