Ciao a tutte e tutti e buona vigilia di Pasqua! Vi vogliamo dare qualche prima informazione su un nuovo e speriamo prezioso progetto a cui abbiamo dato vita nelle ultime ore. Stiamo provando a studiare il ronzio delle api. Le sue variazioni, cercando di abbinarle alle diverse situazioni, e dinamiche, della vita dell’alveare. Insomma stiamo provando a decifrare il linguaggio delle api ūüėÉ.
Poi, in una seconda fase, proveremo ad allargare il campo delle informazioni, entrando nel campo pi√Ļ specifico dell’apiterapia: il ronzio e i suoi possibili effetti sulla salute umana.
Sar√† un lavoro lungo e complesso, ma siamo troppo felici di essere partiti. E orgogliosi. Il primo passo, ieri, quando uno dei nostri consiglieri, Francesco Collura, ha portato uno dei suo alveari a Fivizzano, in provincia di Massa Carrara. Qui abita il protagonista della storia che vi stiamo raccontando, il professor Almo Farina, universitario di Urbino, studioso dei suoni della natura. Sul retro dell’arnia abbiamo fatto un foro e collocato un microfono che tramite un dispositivo elettronico – e una sim – trasmette tutti i suoni rilevati in un computer del professore che con un programma cercher√† di decodificare. Bene, ora vediamo che succede. Vi terremo aggiornati, a presto!